NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Galleria fotografica

Video


ARTICOLI CORRELATI

Ladykillers

  • Titolo originale: The Ladykillers
  • Paese: U.S.A.
  • Anno: 2004
  • Regia: Ethan Coen, Joel Coen
  • Genere: Commedia, Noir
  • Durata: 104 min.
  • Cast: T. Hanks (professor Dorr), I. P. Hall (Marva Munson), M. Wayans (Gawain MacSam), J.K. Simmons (Garth Pancake), Tzi Ma (generale), R. Hurst (Lump Hudson), D. Delano (Mountain Girl), G. Wallace (sceriffo Wyner), S. Root (Fernand Gudge)
  • Sceneggiatura: J. Coen, E. Coen
  • Soundtrack: C. Burwell
  • Fotografia: R. Deakins
  • Montaggio: R. Jaynes
  • Distribuzione: Buena Vista International Italia
  • Uscita in sala: 11.06.04
  • Visione in v.o.: Consigliata
  • Trama: In una piccola città del Mississippi, la signora Marva Munson dà in affitto una camera al professor Durr, apparentemente un musicista colto, raffinato ed elegante. In realtà, l'uomo è a capo di una banda criminale, che progetta di mettere le mani sui guadagni del casinò cittadino.
  • Voto redazione: 5
Vota il film:
(3 Voti)

Scritto da Antonella Buzzi

Al mondo esistono due tipi di persone: quelli che hanno le emorroidi e quelli a cui verranno.

 

Ladykillers è il remake del classico british La signora omicidi, film del 1955 diretto da Alexander Mackendrick ed interpretato da Alec Guinness e Peter Sellers.
 

I fratelli Coen trasferiscono l'ambientazione nel Sud degli Stati Uniti e precisamente nel Mississippi, ma il passaggio non è completamente riuscito e finisce con il rendere l'ambientazione abbastanza stereotipata. A beneficiarne, comunque, è la colonna sonora, creata da Carter Burwell, storico collaboratore dei Coen, ispirandosi alle classiche e coinvolgenti sonorità sudiste, che in un certo qual modo danno un sapore diverso al genere noir che tutti conosciamo.
 

Come sempre nei film dei Coen, i protagonisti sono personaggi sopra le righe che hanno a che fare con le conseguenze non previste delle proprie azioni, spesso positive, ma ben più spesso negative. Se questo modo di osservare e raccontare la vita umana è estremamente efficace in film come A serious man o L'uomo che non c'era, dove la parabola esistenziale dei protagonisti, per quanto assurda, è la parabola che ognuno di noi si trova a percorrere, in Ladykillers un tale schema narrativo si esaurisce in se stesso, incapace di creare condivisione e interesse. I Coen sembrano, infatti, indecisi: mirano alla semplice risata o a qualcosa di più?
 

Quel che è certo è che Ladykillers fatica a decollare. Prima che si arrivi al fatidico tentato omicidio suggerito nel titolo, trascorre praticamente l'intero film, nel quale dialoghi verbosi e noiosi non sono in grado di sopperire alla mancanza di trama. I personaggi, per quanto grotteschi, non sono assolutamente memorabili ed, anzi, è proprio in questa pellicola che troviamo uno dei peggiori personaggi mai rappresentati dai fratelli Coen: Gawain MacSam, alias Marlon Wayans, sempre sguaiato e volgare e non a caso degno di interprete di film come Scary Movie. Nemmeno l'interpretazione di Tom Hanks, comodo nei panni di un dandy falso e spietato, riesce a riscattare un film che, purtroppo, fin dalle premesse si manifesta in maniera deludente e scontata.

 

Voti della redazione

 

Media voti Cinema Bendato

Antonella Buzzi

5

 

Alessia Paris

 

Greta Colli

5

Noa Persiani

 

Lorenzo Bottini

 

       

» ideals

 


Togliamo le bende al cinema.

Togliamoci le bende.

» sponsor



 
    

 

 

 

 

» about

 

Cinema Bendato

Manifesto

Redazione

Facebook

Twitter

Credits

Link

 

Contattaci

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.