NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

The Social Network

  • Titolo originale: The Social Network
  • Paese: U.S.A.
  • Anno: 2010
  • Regia: David Fincher
  • Genere: Drammatico, Commedia, Biografico
  • Durata: 121 min.
  • Cast: J. Eisenberg (Mark Zuckerberg), A. Garfield (Eduardo Saverin), J. Mazzello (Dustin Moskovitz), R. Jones, M. Jow (Alice), J. Timberlake (Sean Parker), B. Song, R. Mara (Erica), M. Minghella
  • Sceneggiatura: A. Sorkin
  • Soundtrack: T. Reznor, A. Ross
  • Fotografia: J. Cronenweth
  • Montaggio: K. Baxter, A. Wall
  • Distribuzione: Sony Pictures
  • Uscita in sala: 12.11.15
  • Visione in v.o.: Consigliata
  • Trama: "The Social Network" parte dal libro di Ben Mezrich "The Accidental Billionaires: The Founding of Facebook, A Tale of Sex, Money, Genius and Betrayal", e descrive l'accidentale nascita di Facebook ad opera di due studenti di Harvard, Eduardo Saverin e Mark Zuckerberg.
  • Voto redazione:
Vota il film:
(1 Vota)

Scritto da Alessia Paris

La gente vuole andare su internet e curiosare sugli amici, allora facciamo un sito in cui diamo alla gente quello che vuole!


Il film più atteso al Festival del Cinema di Roma, ma in generale dal grande pubblico, come ovvio che sia, visto che il fenomeno Facebook non ha lasciato escluso quasi nessuno.
 

The social network è il film che racconta la storia di Mark Zuckerberg, uno studente di Harvard con difficoltà d’integrazione e socializzazione e con una personalità particolare, che in poco tempo crea un sito internet così rivoluzionario da permettergli di diventare il più giovane miliardario del mondo.
 

Grazie soprattutto alla sceneggiatura brillante di Aaron Sorkin ci ritroviamo di fronte ad un film che finalmente si dissocia dallo stereotipo americano del “trova il tuo sogno, inseguilo, vinci i cattivi e diventa campione”, nonostante il profilo di alcuni personaggi (in particolare Justin Timberlake nel ruolo di Sean Parker) rientri nelle maschere della commediola dell’Artamerica. Ad ogni modo, il messaggio importante che questo film manda al mondo occidentale è che non esiste più una distinzione emotiva tra vita “reale” e vita “sulla rete”, per il semplice e banale motivo che sul web sono le persone reali a scrivere, leggere, arrabbiarsi o sorridere.
 

Voti della redazione

Media voti Cinema Bendato

Alessia Paris

7½ 

Greta Colli

 

Noa Persiani

 

Lorenzo Bottini

 

 

» ideals

 


Togliamo le bende al cinema.

Togliamoci le bende.

» sponsor



 
    

 

 

 

 

» about

 

Cinema Bendato

Manifesto

Redazione

Facebook

Twitter

Credits

Link

 

Contattaci

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.