NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Libro della Giungla (2016)

  • Titolo originale: The Jungle Book
  • Paese: U.S.A.
  • Anno: 2015
  • Regia: Jon Favreau
  • Genere: Avventura, Fantasy/Fantastico, Animazione
  • Durata: 105 min.
  • Cast: B. Murray (Baloo), B. Kingsley (Bagheera), I. Elba (Shere Khan), L. Nyong'o (Raksha), S. Johansson (Kaa), G. Esposito (Akela), C. Walken (King Louie)
  • Sceneggiatura: J. Marks, R. Kipling
  • Soundtrack: J. Debney
  • Fotografia: B. Pope
  • Montaggio: M. Livolsi
  • Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures
  • Uscita in sala: 14.04.16
  • Visione in v.o.: Consigliata
  • Trama: Un orfano cresce selvaggio nella giungla, allevato da un branco di lupi, una pantera e un orso. Vecchi e nuovi nemici lo aspettano al varco.
  • Voto redazione:
Vota il film:
(2 Voti)

Scritto da Alessia Paris

Ti bastan poche briciole, lo stretto indispensabile e i tuoi malanni puoi dimenticar…


Il Libro della Giungla è uno degli intramontabili classici Disney che ogni bambino che si rispetti possiede nel suo repertorio del cinema animato. Vedere oggi la versione in “live action”, quasi cinquant’anni dopo l’uscita del cartone animato, è certamente un gran regalo per molte generazioni, permettendoci un tuffo nel passato cavalcando vecchi ricordi ed emozioni. I personaggi sono quelli di sempre: il vivace Mowgli adottato dai lupi, la saggia e protettiva Bagheera, lo spensierato orso Baloo, gli imponenti elefanti, King Louie re delle scimmie, il serpente Kaa e la crudele tigre Shere Khan. Anche la storia ripercorre la trama classica, arricchendola tuttavia di particolari circostanziali che rendono più completo il quadro adattandolo meglio ad un lungometraggio di finzione.

 

Se tuttavia il cartone animato de Il Libro della Giungla è ricordato da tutti come un tripudio di colori accesi, il riadattamento di Jon Favreau assistito dalla fotografia di Bill Pope (Matrix) gli dona un aspetto più dark, che aiuta l’introspezione e asseconda una presa di coscienza sulle responsabilità ambientali nell’uomo verso il mondo animale e naturale, cavalcando l’ondata ambientalista degli ultimi tempi.

 

A non mancare sono però i riadattamenti di due delle canzoni più famose del classico Disney, ovvero “Ti bastan poche briciole” dello scanzonato Baloo e “Voglio esser come te” cantata da King Louie nel regno delle scimmie. Ed è proprio sulle canzoni che riemerge il bambino addormentato ma mai sparito dentro di noi, che si risveglia canticchiando a memoria quei testi che hanno accompagnato la nostra infanzia.

 

Voti della redazione

Media voti Cinema Bendato

Alessia Paris

6½ 

Greta Colli

 

Noa Persiani

 

Lorenzo Bottini

 

 

 

» ideals

 


Togliamo le bende al cinema.

Togliamoci le bende.

» sponsor



 
    

 

 

 

 

» about

 

Cinema Bendato

Manifesto

Redazione

Facebook

Twitter

Credits

Link

 

Contattaci

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.